EstroflessoCeramico a Venezia

Biennale di Arte Contemporanea a Palazzo Zenobio – Venezia

Alcune “estroflessioni ceramiche” ospiti nella splendida cornice di Palazzo Zenobio alla prestigiosa mostra di arte contemporanea veneziana.

Un’ambientazione suggestiva ed insolita  per tutta la splendente armonia che caratterizza le estroflessioni ceramiche.

…fino al 23 agosto

 

“Exhibition in Venice. Honored to be hosted at the enchanting Palazzo Zenobio until the 23th of August 2019. Come an see our tiles!”

Collettiva Palazzo Zenobio
Invito alla esposizione Collettiva

 

Estroflesso ceramico “eccentrico”

Una nuova tipologia di estroflessione ceramica

Eccentrico….

…..eccentrico significa decentrato, ma anche audace, bizzarro, fantasioso, imprevedibile, originale, e questa linea di nuove estroflessioni ceramiche, caratterizzate da cerchi racchiusi uno nell’altro senza essere concentrici hanno sicuramente nell’originalità il loro punto di forza.

La mattonella non è più 30×30, ma diviene 50×50 e crescono quindi anche le difficoltà realizzative e la perizia dell’artigiano sale in cattedra, il pregio dell’oggetto diventa punta di diamante.

Nuovi elementi possono essere aggiunti ad eccentrico come a dar vita ad una materia in movimento che è tutt’altro che inerte; arte in movimento…e all’osservatore sensazioni suscitate come in un’onda metafisica.

Nuovi colori, nuove smaltature, nuove suggestioni di colore e di lucentezza.

Smaltature di test: cold yellow, apple green, lighting red

Sfumature, volumi, consistenze, ombre….in una sola parola: suggestioni… che cambiano punti di vista; è questo il “carattere dominante” di eccentrico!

“Arte Image” Concorso arte contemporanea Premio SGL Byron 2018


Terni – Novembre 2018

Mario Segoloni ha partecipato con le sue estroflessioni ceramiche al Concorso di Arte contemporanea “Arte Immagine”; così la dott.ssa Boncompagni ne descrive la vena artistica.


“Scambi dialogici intensi tra ardite prospettive, forme geometriche e colori.
Serialità e forme elementari in di un’arte minimal. Composizioni caratterizzate da
un rigore puntuale, definitivo, scientifico.
Un processo elaborativo ed estetico, questo intrapreso da Mario Segoloni, dove
non sussiste limite, confine tra ciò che è reale e ciò che appartiene ad una pura
illusione.
Nelle sue composizioni l’artista invita l’osservatore a vedere oltre l’apparenza delle
cose per superare le barriere, i falsi ideologismi, i pregiudizi, “il totale senza
oggetto”
per dirla alla Malevic.
Estrema semplificazione di forme ridotte a masse geometriche dove, sussiste
un’assoluta mancanza di relazione con la realtà, con la natura.
Una assoluta negazione del tutto dove però l’artista, con la sua sensibilità e
profondo intellettualismo, invita tutti noi a collegare l’essenza.

E, come affermava Josha J. Marine “le sfide sono ciò che rende la vita interessante. Superarle è ciò che le dà il significato”.
Questo è il profondo messaggio che Segoloni Mario definisce la sua estetica.”

Dott.ssa Francesca Boncompagni
critico e storico dell’Arte

Panoramica tratta dall’esposizione ternana:
particolarmente suggestivo l’allestimento delle opere e l’effetto delle luci


approfondisci (versione ITA/ENG)

Estroflessione e Scultura

Scultura Estroflessa

La tecnica dell’estroflessione si presenta piuttosto versatile seppur sembrerebbe imbrigliata in regole definite. Sono certamente in questo caso l’esperienza e l’estro creativo dell’artista a crearne il pregio e l‘unicità delle forme.

La realizzazione di sculture estroflesse è una variante molto interessante dell’estroflessione ceramica.

La sperimentazione di scultura estroflessa viene realizzata da Mario Segoloni come svago durante scampoli di tempo ritagliati nelle giornata; è proprio in questo modo che l’artista dà sfogo alla sua vena creativa rendendo le sue “creature” uniche ed originali.

Statuina in Ceramica Estroflessa